CF 96094340229 
Dona il tuo 5x1000 ad AsTRID Onlus e ci aiuterai ad aiutare!

 

 IBAN: IT  29  D  08304  01819  000021349458 – Cassa Rurale di Trento

 AsTRID Onlus - © 2014

AsTRID Onlus

via Padre Eusebio Chini, 9 - 38123 Trento

 

Tel: +39 388 8317542

info@astrid-tn.it - astrid@pec-mail.it

 

  • Wix Facebook page
  • Google + App icona
visitatore n.

Star of Bethelehem

Ornithogalum, stella di Betlemme, Latte di gallina
 
di Alessandra Capriani

Il suo nome deriva dal greco Ornithos (passero) e Gala (latte), si tratta di un fiore della famiglia delle cipolle e dell’aglio, che cresce nei boschi e nei campi, alto 15-30 cm con foglie esili che presentano, a metà una linea bianca. I suoi fiori dalle strisce bianche all’interno, verdi all’esterno, si schiudono ad aprile e maggio grazie ai raggi del sole. I fiori sono stellati a sei punte, e crescono su di un singolo stelo, ciascun fiore nasce da un bulbo che garantisce la fioritura in primavera, anche senza acqua. Nei suoi fiori è contenuto l’acido tiopropionaldeido che ha la caratteristica di bruciare gli occhi e provocare il pianto; per tale ruolo simbolicamente si ritiene che permetta di liberare un’emozione repressa.

La sua corolla con sei petali ricorda la geometria perfetta della stella di David, simbolo della sintesi degli opposti ed espressione dell’unità di tutte le cose.

Star of Bethlehem è il fiore specializzato nel trattamento di tutti i traumi. Sono molte le esperienze che possono provocare un trauma e l’entità di esso varierà in base alla sua intensità e alle risorse che la persona presenta per affrontarlo.

I fattori stressanti che provocano o accelerano il trauma possono includere il lutto, la minaccia per la propria vita o quella di una persona cara, un grave danno fisico (cattiva notizia, perdita del lavoro, malattia, lutto, incidente, dolore represso, non elaborato, trauma della nascita) o altri tipi di pericolo per l’integrità fisica o psichica, in una misura tale che le difese mentali del soggetto non riescono a gestirlo.

È quindi utile in presenza di blocchi delle energia psicofisiche, a causa di trauma o shock legati ad esperienze passate (lontani o recenti) che provocano dolore fisico, mentale o emotivo. È il fiore a cui ricorre immediatamente dopo ad un lutto oppure uno shock può manifestarsi anche a distanza di tempo (trauma passato ma ancora attivo nella mente) che genera apatia, depressione, indifferenza, blocco energetico, inattività, tendenza al mutismo e all’isolamento: la persona non riesce più a trovare stimoli, né speranze, sogni e desideri.

Non si deve sempre pensare al trauma come a qualche cosa di repentino e sconvolgente, che genera uno shock immediato. Esistono situazioni, più o meno prolungate nel tempo, che possono risultare traumatiche per la maggior parte delle persone e naturalmente tutto dipende da come ognuno reagisce all’evento o allo stress. Un lungo periodo di difficoltà economica o di disoccupazione, un rapporto di coppia turbolento, possono essere degli esempi in tal senso.

Star of Bethlehem si rivela molto efficace anche nei traumi di tipo fisico (contusione, ferita, slogatura, frattura ecc.) mostrando un’azione analgesica e antiinfiammatoria a quella cicatrizzante. Spesso l’effetto individuale di questo fiore è stato oscurato da quello più globale del Rescue Remedy.

 

“Per coloro che si trovano in uno stato di grande angoscia, a causa di situazioni che, in un dato periodo, hanno provocato tanta infelicità: lo shock di una cattiva notizia, la perdita di una persona cara, lo spavento per un incidente e altri eventi simili.
Questo rimedio porta sollievo a chi rifiuta il conforto degli altri.”
Edward Bach