CF 96094340229 
Dona il tuo 5x1000 ad AsTRID Onlus e ci aiuterai ad aiutare!

 

 IBAN: IT  29  D  08304  01819  000021349458 – Cassa Rurale di Trento

 AsTRID Onlus - © 2014

AsTRID Onlus

via Padre Eusebio Chini, 9 - 38123 Trento

 

Tel: +39 388 8317542

info@astrid-tn.it - astrid@pec-mail.it

 

  • Wix Facebook page
  • Google + App icona
visitatore n.
Il Rescue Remedy
LARCH – Larice

Larch è il Larice (Larix Decidua), un albero particolare: è l’unica conifera dalle foglie caduche. È presente in Europa al di sopra dei 1000 m.s.l. e la sua altezza raggiunge circa 30 mt. Il larice possiede aghi che diventano visibili a ciuffi e che cadono in inverno, mentre in primavera fiorisce con fiori sia maschili che femminili.

Il dottor Bach, nel corso delle sue osservazioni e dei suoi studi, ideò in aggiunta ai 37 fiori, un rimedio di emergenza che chiamò Rescue Remedy. Si tratta della combinazione di cinque essenze floreali:  Impatiens, Star of Bethlehem,Cherry Plum, Rock Rose e Clematis. 

Fiori di Bach

di Alessandra Capriani
 

I rimedi scoperti più di sessant’anni fa dal dottor Edward Bach stanno ottenendo sempre più successo anche grazie alla consapevolezza sempre crescente che per “curare” un individuo non è possibile non prendere in considerazione tutto l’organismo (concetto olistico) e quindi anche la sua sfera emozionale e mentale.

Un grande medico inglese si era convinto del fatto che la salute di ognuno di noi dipendesse anche dal nostro modo di pensare, dai sentimenti che viviamo quotidianamente e dalle nostre emozioni. L’obiettivo del dottor Bach era quindi quello di curare l’individuo e non la malattia, con un occhio di riguardo alla la sfera emotiva: una volta riequilibrate le emozioni e riarmonizzati i pensieri, anche la malattia sarebbe migliorata. Grande sostenitore dell’energia universale egli si rivolse alla natura ed in particolar modo ai fiori. È la natura che ci inonda di forza vitale che ha in se le capacità di stimolare il nostro equilibrio interiore. Edward Bach era dotato di una sensibilità straordinaria, era solito camminare nei parchi e nei boschi del Galles e toccando o mettendosi in bocca un fiore ne intuiva le capacità curative. In questo modo scoprì 37 fiori e un’acqua surgiva in grado di combattere i 38 stati d’animo e che sono all’origine di ogni malessere anche fisico. Successivamente li divise in 7 gruppi, sulla base del tipo di emozione su cui andavano ad agire: la paura, l’incertezza, la solitudine, l’ipersensibilità, l’apatia, lo scoraggiamento o la disperazione, la preoccupazione eccessiva per gli altri. I 38 fiori costituiscono un vero sistema terapeutico e ogni pianta è stata scelta per la sua capacità di andare ad interferire con una determinata emozione distorta: lavorando con una lunghezza d’onda specifica. I fiori fanno questo per mezzo di uno stimolo vibrazionale che va a contrastare la vibrazione distorta presente nelle cellule dell’individuo; causa di quell’emozione negativa (che non permette di avere una sinusoide armonica). La frequenza dell’energia che scaturisce riarmonizza e fa ritrovare la serenità nella persona. Tutti noi, con l’aiuto di un floriterapeuta esperto, possiamo ritrovare l’equilibrio che gli eventi della vita ci hanno fatto perdere, correggendo alcuni atteggiamenti mentali che non ci permettono di vivere appieno la vita.

I Fiori di Bach sono utilissimi a tutte le età, non hanno effetti collaterali e possono essere somministrati congiuntamente ad altre terapie sia naturali, che allopatiche

 

"La salute è la completa e armonica unione di anima, mente e corpo;  non è un ideale così difficile da raggiungere,  ma qualcosa di facile e naturale che molti di noi hanno trascurato” - Edward Bach
Star of Bethlehem

Il suo nome deriva dal greco Ornithos (passero) e Gala (latte), si tratta di un fiore della famiglia delle cipolle e dell’aglio, che cresce nei boschi e nei campi, alto 15-30 cm con foglie esili che presentano, a metà una linea bianca.

OAK – Quercia

La floriterapia di Bach è utile per riequilibrare stati emozionali in disequilibrio che ci rendono l’esistenza particolarmente faticosa. Uno degli stati emozionali che ritengo sia sempre più presente nell’animo umano è la caparbietà e l’ostinazione di voler fare tutto quello che ci imponiamo o quello che ci viene richiesto dalla società...